Archive for the ‘passaparola’ Category

A Verona: Aperitivi letterari

marzo 6, 2007

aperitivi-verona.jpg

Il fatto che gli Aperitivi Letterari coordinati dalla sottoscritta siano iniziati ieri, e io riesca a scriverne nel mio blog solo oggi, la dice lunga..

Sette incontri con altrettante scrittrici: Giusi QUARENGHI, Laura LORENZONI, Vanna VINCI, Cinzia ZUNGOLO, Brunella SCHISA, Liliana RAMPELLO e Mirella SERRI..

Il programma si può scaricare in pdf, cliccando qui.

Anche quest’anno, dal 3 al 12 marzo, l’appuntamento annuale de I Segni delle Donne. Espressioni, pensieri e azioni a confronto, ciclo di iniziative in occasione dell’ 8 marzo, promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità e Cultura delle Differenze del Comune di Verona: conferenze, tavole rotonde, esposizioni, spettacoli, incontri pubblici, aperitivi letterari. La locandina della manifestazione e il programma di tutte le iniziative si possono scaricare in formato pdf, cliccando qui.

Tiziano Scarpa a Verona, fra letteratura a politica

febbraio 25, 2007

così vicine.jpg

Martedì 27 Febbraio, alle ore 18.15, l’Associazione Vivi in Europa (Via Zampieri, 64 – VERONA) organizza e promuove un incontro con Tiziano Scarpa, per parlare di politica attraverso la letteratura. Introducono Chiara Stella e la sottoscritta.

Tutti i dettagli nella locandina, che si può scaricare in formato pdf cliccando qui.

Di Tiziano Scarpa ho scritto qui e nella rivista Fernandel.

(liberamente cop’incollato da qui. Che tanto è sempre farina del mio sacco).

Posa ‘sto libro e baciami si fa in 9!

febbraio 11, 2007

rospo-posa-sto-libro.jpg

Se san-valentino vi fa venire l’orticaria. Se a san_valentino vorreste avere rospi da baciare, ma dovete accontentarvi di quelli da digerire. Se a san_valentino vi mancano le parole per dirlo. Se a san_valentino non sapete cosa fare.

Ci pensiamo noi!

A Verona, Torino, Milano, Bologna, Udine, Padova, Bari, Terni, o Roma: nove città, nove presentazioni per una sola antologia. Una sola antologia per 39 remake di racconti d’amore.

Io sarò alla presentazione di Verona, a leggere il mio racconto.

Ricapitolando: Posa ‘sto libro ha un blog, una casa editrice, e pure un’introduzione (bellissima, di Ivano Bariani).

Il Porrajmos dimenticato del popolo Rom

gennaio 26, 2007

Auschwitz
(di Santino Spinelli – rom italiano)

Muj sukkó
Kiá kalé
Vust surdé;
kwit.
Jiló cindó
bi dox,
bi lav
nikt rubvé

Auschwitz

Faccia incavata
occhi oscurati
labbra fredde;
silenzio.
Cuore strappato
senza fiato,
senza parole,
nessun pianto

[ricevo da Flora, e volentieri pubblico]

In occasione della Giornata della Memoria, vorrei ricordare il Porrajmos, l’Olocausto dimenticato del popolo Rom, (more…)

Vota il logo: passaparola!

gennaio 19, 2007

european_flag.png

Vi invito a votare uno dei quindici loghi finalisti per il sito web di un progetto europeo che sto coordinando (per la parte italiana).

L’obiettivo del Progetto Oxymoron è l’ integrazione sociale e culturale degli immigrati attraverso la letteratura, attraverso il coinvolgimento di gruppi di lavoro di immigrati interessati alla letteratura e alla produzione letteraria già esistenti nel territorio (o in alternativa, creando nuovi gruppi di lavoro).

Durante il mese di novembre ciascuno dei tre partner coinvolti (COSP Verona per l’Italia, con cui collaboro; un’università popolare tedesca e un centro di insegnamento per adulti spagnolo) ha indetto un concorso nelle rispettive città, con la finalità di trovare il logo che diventasse il simbolo del «Progetto Oxymoron».

I 15 loghi finalisti sono attualmente in mostra nel sito del progetto. La scadenza per votare il logo fra i quindici finalisti, è fissata per il giorno giovedì 25 Gennaio 2007.

Per votare basta cliccare qui.

«Quale logo votare?» (a gentile richiesta): in tanti mi fanno questa domanda. Io, ovviamente, come coordinatrice del progetto, non posso influenzare il voto. Posso dire, però, con un giro di parole molto diplomatico, che i tedeschi, molto razionalmente, hanno scelto di votare il logo della loro nazione che ha più voti, per non sprecare le preferenze. Chi ha orecchi per intender…

Gradito il tam tam!