Archive for the ‘Scampoli’ Category

Ricomincio da zen

febbraio 20, 2008

one rupee ring

Lo zen è l’arte di fare una cosa alla volta. Io comincio con un viaggio verso est. Poi ritorno. Non che sia sparita… Sono stata troppo impegnata a vivere. E quando la vita si fa intensa, il blog langue.
La foto è creatively stolen da qui.

Annunci

Pausa iberica con cervecita

agosto 24, 2007

lago.jpg

L’oroscopo dei prossimi giorni parla di sole, natura, letture, riposo, di Acqua, di Fuoco e di Terra. En una palabra: ¡vacaciones! Insomma, vado. Ma torno. In valigia, Corazón tan blanco e Un mundo exasperado.

‘Sto giro, però, lui resta a casa. In buone mani.

Di nissun paîs

agosto 21, 2007

home.jpg

A’nd ai un paîs che mi siga drênti
ma forsi jo no soi di nissun paîs.
Ancja i morârs che mi viodèvin me
pissula, zanfagnina, sfolmenada,
cui zenoi ros e simpri plui macolâts,
a son cumò una ruja ta seariis.
A’nd ai un paîs che mi sdrondena drenti
che nol è plui chel vaiût di frututa.
Ti prei, Mari, tornimi chel me paîs!
Piardût, odiât e distudât a voltîs,
ch’el torna a sigâ cuanche ti lassi.
Al treno, intant, mi mena viars al mont.
Jo no podi jessi di nissun paîs.
Al me lu ‘nd ai che mi sberla drenti
e no rivi a fâlu tasê.

(03/XI/1997)

Federica Rocco Contin, Una ruja ta’ seariis (Una ruga tra le ciglia), Bulzoni editore, 2006

(Photo courtesy of Idepeer)

La Trapèziste (quattro salti nel vuoto)

gennaio 13, 2007

janeallan-drap.jpg

«Adesso toccherebbe a me. Rullo di tamburi, si abbassano le luci: entri in scena. E si fa silenzio.»

Il racconto iniziava così, ed era dedicato a lei, che avevo conosciuto qualche mese prima, in un castello mezzo diroccato vicino a Orleans. Mi è ritornata in mente oggi, Jane, anima bella. Anima talmente bella che le dedico il primo post della serie .. ta_tàn .. rullo di tamburi … Anime Belle.

Il racconto continua qui. Ed era un esercizio di scrittura, in un corso con Antonella Cilento (insegnante eccellente), alla mitica UPAD di Bolzano.
L’esercizio consisteva nello scrivere un mini racconto in 30 minuti, su un personaggio del circo che si sceglieva al momento, pescando a caso un bigliettino.
(Dimenticavo: quella della foto è proprio Jane).

It’s time to take the plunge

gennaio 10, 2007

taketheplunge.jpg

Anno nuovo, vita nuova.
Anche, e soprattutto, virtuale.
Chiudo il mio vecchio blog.
E, come l’araba fenice, da oggi rinasco qui.
Rinascere, per me, significa guardare alle cose in modo diverso.
(No, non sono io quella della foto, che, fra parentesi, ho rubato qui).